mercoledì , 25 Novembre 2020
Home / Articoli / L’irrilevanza del mondo cattolico

L’irrilevanza del mondo cattolico

La crisi della famiglia non è colpa della lobby Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali: ndr) o della  massoneria, ma dipende semplicemente dal fatto che siamo meno bravi di loro. Dalla nostra abbiamo gli oratori e le possibilità della catechesi. L’85 per cento dei bambini che frequentano la scuola statale sceglie ancora l’educazione cattolica.
Con tutto questo, ci facciamo intimorire da una trasmissione come Stato civile, contro cui raccogliamo le firme perché presenta le unioni omosessuali in prima serata, e non ci preoccupiamo del fatto che, nonostante tutto quel tempo a disposizione coi bambini, non riusciamo a proporgli la bellezza del Vangelo.
È colpa di qualcun altro? Proviamo a chiedercelo, per scoprire magari di essere leoni ma sentirci gattini.
Gigi De Paolo
Testo tratto dall’incontro del 14 gennaio 2017 a Torino nell’ambito del progetto INNOVA 2
Per leggere la sintesi dell’intera giornata, pubblicata sulla rivista Anspi Oratori e Circoli 1/2017, clicca qui!
Per le foto dell’evento clicca qui!