venerdì , 17 novembre 2017

Comunicati Regionali

Combattere l’infertilità


Il 27 giugno il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato la Legge avente ad oggetto “Disposizioni per la prevenzione delle complicanze, la diagnosi, il trattamento e il riconoscimento della rilevanza sociale dell’endometriosi”, patologia cronica e spesso progressiva che causa danni alla salute della donna e che spesso è anche motivo di infertilità.
La legge, fortemente voluta dalla consigliera Valentina Caputo,  prevede che la Giunta regionale approvi le linee guida per il percorso diagnostico-terapeutico multidisciplinare e per il controllo periodico delle pazienti affette da endometriosi, proposte da un Osservatorio regionale sulla malattia, e individui le strategie per realizzare i programmi predisposti dall’Osservatorio stesso concernenti l’aggiornamento del personale medico preposto alla diagnosi e alla cura dell’endometriosi; compito della Giunta è anche l’individuazione di centri regionali di riferimento.

Disposizioni in materia di promozione e valorizzazione della famiglia e della genitorialità in ambito regionale

In commissione congiunta quarta e sesta, il 22 giugno sono iniziate le prime determinazioni della proposta di legge sulla famiglia del consigliere regionale del Piemonte Daniele Valle.
Gli ultimi dati demografici forniti dall’ISTAT registrano una diminuzione delle nascite preoccupante, 474mila nuovi nati è una cifra che in Italia non si toccava dal 1500, quando la popolazione era 1/5 di quella attuale.
Tutto questo ovviamente si lega al progressivo invecchiamento della popolazione ed ecco che sorge la necessità di occuparsi di sostegno alla famiglia e di nascite: vi consigliamo l’intervento al Lingotto di Letizia Menzarini, professoressa di Demografia.
La proposta di legge prevede che la Regione si attivi direttamente per offrire informazione e servizi alle famiglie e alla genitorialità, attualizzando il contenuto della legge 1 del 2004.

Adozioni internazionali: sempre meno!

In Piemonte, e più in generale in Italia, le adozioni internazionali sono in netto calo. Una problematica su cui il Forum delle Associazioni Familiari del Piemonte sta riflettendo da diversi mesi, attraverso incontri finalizzati a creare un confronto costruttivo e a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.
Che nel nostro Paese l’istituto delle adozioni viva un periodo di crisi lo dimostrano i dati forniti dai tre principali enti di adozione italiani (Cifa, Ai.Bi e Naaa). Nel 2016 hanno accompagnato l’adozione di 379 minori, rispetto ai 535 del 2015 con un calo del 28.9%.
Si assiste, nel complesso, a una diminuzione costante delle adozioni internazionali in Italia che negli ultimi 5 anni si è attestato intorno al 40%. Anche le coppie disponibili ad adottare un minore straniero sono in netto calo, scendendo di oltre il 50% in 10 anni.
«Vogliamo riportare in primo piano il discorso sull’istituto delle adozioni– Spiega Fabio Gallo, Presidente del Forum delle Associazioni Familiari del Piemonte – Chiediamo che lo Stato sia più vicino alle famiglie che vogliono adottare un bambino. Ci auspichiamo che agevoli il più possibile la loro scelta. Se alla fecondazione assistita è stato garantito il LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), siamo convinti che si possa studiare una soluzione analoga anche per l’istituto delle adozioni. Voler adottare un bambino è una vocazione per molte famiglie, che scelgono di cambiare radicalmente la loro vita per salvarne un’altra. Per questo hanno bisogno di aiuto e comprensione».
Per il testo completo CS adozioni internazionali
L’eco sugli organi di stampa:
Cronaca Qui Torino – 24 febbraio
la stampa torino sette – pagina 6 – 24 febbraio
la stampa torino sette – pagina 34 – 24 febbraio
La foto dell’evento: 

COMUNICATI STAMPA

novembre, 2017

  • 14 novembre

    PARITA’ E VIOLENZA SULLE DONNE. Genitori chiamati alla presenza

    PARITA’ E VIOLENZA SULLE DONNE. Genitori chiamati alla presenza Riunione di insediamento presso il Miur dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio e la promozione di iniziative sulla parità tra i sessi e il contrasto della violenza contro le donne tra una forte e variegata presenza associativa. Presenti oltre il Forum delle …

    Leggi »
  • 10 novembre

    BENE RIMETTERE IL BONUS BEBE, MA E’ ANCORA TROPPO POCO

    BENE RIMETTERE IL BONUS BEBE, MA E’ ANCORA TROPPO POCO «Notiamo con piacere che dopo le nostre sollecitazioni si sta aprendo un fronte bipartisan per cercare di rimettere il bonus bebè nella legge di stabilità». Questo il commento di Gianluigi De Palo, presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari. «Come …

    Leggi »
  • 7 novembre

    COS’ALTRO DEVE SUCCEDERE PER CAMBIARE IL FISCO?

    COS’ALTRO DEVE SUCCEDERE PER CAMBIARE IL FISCO? «È una nuova conferma di quanto la famiglia fa per l’Italia e di quanto poco l’Italia fa per la famiglia» afferma Gigi De Palo, presidente del Forum delle associazioni familiari, commentando i dati dell’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane presentati oggi.  …

    Leggi »