lunedì , 22 Luglio 2024
Home / Articoli / Aborto e centri per la vita

Aborto e centri per la vita

“Il fondo regionale Vita nascente – spiega il presidente regionale piemontese del Movimento perla vita, Claudio Larocca – non ha una esclusiva per le associazioni pro life, ma è a disposizione di tutte le realtà che si occupano di tutela materno-infantile in grado di presentare progetti specifici per donne in gravidanza e donne che hanno partorito da poco con problemi economici. Nella quotidianità e nella concretezza, infatti, sono le associazioni sul territorio ad entrare in contatto con le donne e a conoscerne situazioni e necessità dal comprare i pannolini al pagare l’affitto. Ogni storia è diversa e anche i bisogni sono differenti. Quando si aspetta un bambino, i costi possono sembrare schiaccianti per chi è già in difficoltà: nei nostri centri sono presentate molte donne da sole (ma anche coppie) in cerca di aiuti per mitigare il peso delle spese”.
Un sostegno alla maternità che non mina in alcun modo la libertà delle scelte.
Conclude Larocca “Voglio ribadire un concetto per noi fondamentale. Sono sempre le donne a entrare in contatto con i nostri centri, non viceversa. Non siamo mai noi a intercettarle. Se ci viene chiesto, analizziamo la situazione, proponiamo qualche forma di aiuto e di sostegno, ma naturalmente non c’è mai alcun tipo di forzatura. A scegliere è sempre la donna”.
Danilo Poggio, Avvenire, 24 aprile 2024